Consulta Informazione

La Consulta a confronto con Iacopino

San Marino, lì 28 ottobre 2016

 

 

COMUNICATO STAMPA

La Consulta per l'Informazione a confronto con Enzo Iacopino

 

Ampia partecipazione al corso di formazione continua per giornalisti organizzato presso la Sala SUMS di San Marino da Consulta per l'Informazione, Segreteria per l'Informazione, Ordine dei Giornalisti dell'Emilia-Romagna e San Marino RTV.

 

Tra i relatori del corso – oltre a Carlo Romeo e Giancarlo Dotto – anche il Presidente dell'Ordine dei Giornalisti dell'Emilia-Romagna, Antonio Farné, e l'omologo dell'Ordine Nazionale italiano, Enzo Iacopino, che nel suo intervento ha sottolineato le criticità presenti nel dettato della Legge sulla stampa e l'editoria (n. 211/2014). La Segreteria competente si è peraltro detta disponibile a modificare la normativa nei passaggi che ne richiedano una revisione. Iacopino si è soffermato in particolare sulla composizione dell'Autorità Garante – organo deputato all'erogazione delle sanzioni deontologiche nei confronti degli operatori dell'informazione sammarinese, finanche la radiazione – che per tre quinti è di nomina politica e completata da due altri membri indicati dagli editori. Il Presidente dell'Ordine dei Giornalisti ha sottolineato l'inopportuna commistione tra politica e informazione sancita dal dispositivo di legge.

 

I relatori, insieme ad una delegazione del Consiglio Direttivo della Consulta per l'Informazione, sono stati poi ricevuti in udienza dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti Marino Riccardi e Fabio Berardi nel primo pomeriggio. I Capi di Stato hanno insistito sull'importante ruolo che riveste l'informazione in un paese democratico.

 

A seguito dell'udienza, il Consiglio Direttivo si è confrontato con i presidenti Farné e Iacopino sulla possibilità di addivenire ad un'intesa relativa ad un auspicabile mutuo riconoscimento tra giornalisti sammarinesi ed italiani, cosa che unilateralmente già avviene per i colleghi italiani iscritti all'Ordine dei Giornalisti italiano. Sulla strada ci sono non pochi correttivi da apporre, ma l'Ordine dei Giornalisti ha dato la propria disponibilità ad un nuovo, ulteriore confronto su questo tema.

 

 

Consiglio Direttivo

della Consulta per l'informazione

Il presidente

 

 

 



Documenti allegati:


Apri
La Consulta a confronto con Iacopino 

Apri
La Consulta a confronto con Iacopino 



 


<<  Torna indietro